CPC Live: Bandit + Six Impossible Things

Friday  23 March  2018  9:30 PM
Save Saved
Last update 24/03/2018
  512

Ingresso con tessera Arci
Prima consumazione obbligatoria: 6€
E' possibile richiedere la nuova tessera Arci 2018 al costo di 10€, valida per l'ingresso in tutti i Circoli Arci!

Apertura porte ore 21:00
Inizio concerti ore 21:30
ARCI Checkpoint Charlie: via Mecenate 25, angolo via Zante - Milano

Provate a immaginare un Rino Gaetano, financo un Guccini, lasciato a fermentare per mesi tra i suoni e gli odori della Barona. Quel che ne esce è Bandit il cantautore, con la sua mostruosa quanto audace commistione di stili e registri che coniuga il gusto per la provocazione intelligente all’irriverenza della più cafona periferia italiana. Prima di lui i giovani Six Impossible Things, duo di Lodi che ci presenterà il loro freschissimo punk acustico!

Per accompagnare la loro musica saremo felici di offrirvi un piccolo buffet...E chiaramente prima arriverete e più cose troverete da stuzzicare!
Arrivare all'Arci Checkpoint Charlie è facilissimo sia in auto, sia con i mezzi pubblici.
Proprio davanti al Circolo c'è la fermata del tram 27 (via Mecenate/via Zante).

CheckPoint Charlie: https://www.facebook.com/arcicheckpoint

------------------------------------
BANDIT
Bandit è un cantautore milanese che fin da adolescente, una volta imparato a strimpellare I primi accordi con la chitarra, si è disinteressato all'emulazione di quelli che potevano essere I suoi idoli musicali, cercando invece di trovare e affinare un proprio stile compositivo originale e riconoscibile, con una particolare attenzione all'uso della lingua italiana nelle liriche.
Nel corso degli anni non è molto attivo nel campo live, ma passa molto tempo a comporre brani in grossa quantità, che nel 2008 decide di proporre e testare producendo un album intitolato “Nudità” registrato al First Floor Studio di Rozzano (MI) in cui gli unici protagonisti sono la sua voce, graffiante e molto interpretativa, e la sua chitarra acustica, dalle ritmiche incalzanti mirate a non far sentire la mancanza di tutti gli altri strumenti. Ne realizza artigianalmente qualche copia che fa circolare all'interno del suo liceo, ottenendo un buon riscontro da parte degli ascoltatori nonostante il suo stile abbastanza minimale.
Negli anni successivi compone molti altri brani e sceglie una strada molto particolare per capire che effetto hanno sul pubblico: li pubblica sul suo profilo Youtube registrandoli “alla buona” nella sua cameretta, come se fossero delle bozze, cercando di dare risalto alle sue scelte melodiche e ai testi che scrive, che con l'avanzare dell'età si fanno ovviamente più impegnati e meno frivoli. Il suo modo di proporre le proprie composizioni assume le sembianze di una sorta di blog musicale in cui Bandit oltre a questo mostra anche un iniziale impegno nel cercare anche delle soluzioni armoniche per gli arrangiamenti dei pezzi.
E' proprio in questo periodo che coltiva la sua amicizia, personale e musicale, con Luca “Bittì” Cirio e Federico “inarteCapra” Cavaliere, conosciuti durante gli anni di liceo e fondatori di BT Sound Productions, piccola casa di produzione musicale emergente del sud Milano. Bandit decide di affidarsi a loro per creare insieme un modo particolare e unico di proporre le proprie canzoni, sia lavorando in studio di registrazione che, finalmente, per testare il proprio lavoro dal vivo presentandosi in trio, due chitarre e una fisarmonica.
E' qui che il suo sound comincia a tendere più verso il folk/popolare; il risultato di tutto questo lo si può ascoltare in “Crash Test”, album pubblicato appunto da BT Sound Productions nel 2014. I brani scritti da Bandit vengono rivestiti di nuovi arrangiamenti più ricercati, con l'inserimento di molti strumenti come batteria, percussioni, sintetizzatori e fisarmonica, senza far perdere di vista quello che più va preso in considerazione della sua produzione: I testi, che hanno acquisito una consapevolezza e una maturità che rendono al meglio quello che è il messaggio dell'album, un concept basato sulla vita e sulla sua ironia, malinconia e contraddizione.
Ora Bandit, mentre pubblicizza “Crash Test”, sta già pensando insieme a Bittì e Capra cosa proporre in seguito, sia sul palco in concerto, sia per quanto riguarda la produzione in studio.
https://www.facebook.com/Bandit.it

SIX IMPOSSIBLE THINGS
I Six Impossible Things nascono nell'estate del 2014 quando iniziano a scrivere le loro prime canzoni. Dopo alcuni mesi arriva il primo live e il gruppo continua a suonare dal vivo per i seguenti due anni, condividendo il palco con artisti del calibro di Rob Moir, Omaha, Chasing Ghosts, D At Sea e Milburn e partecipando a svariati festival (Voghera Country Festival, Creature Festival, Ptec Summer Fest, Jonnys Lion-Cave Musikfestwoche). Nel 2015 realizzano un paio di demo online. Il 30 gennaio 2017 esce per Tanzan Music il primo singolo ufficiale della band, "Memory", anticipazione dell'album “We Are All Mad
Here” uscito il 7 aprile 2017.
https://www.facebook.com/wearesit

music concerts acoustic indie
Nearby hotels and apartments
Arci CheckPoint Charlie
Via Mecenate 25, Milano, 20138, Lombardia, Italy
Arci CheckPoint Charlie
Via Mecenate 25, Milano, 20138, Lombardia, Italy
Card request: Tessera Arci