La Piena _ Incontro con Andrea Cisi

Friday  4 November  2016  6:30 PM    Friday  4 November  2016 9:00 PM
Save (63) Saved (64)
Last update 05/11/2016
  161

Umberto ha trent’anni e fa l’operaio in una fabbrica del profondo Nord. Siamo nell’Italia del 2015 e, lavoro a parte, le giornate sono scandite da musica rock, uscite notturne nei locali della zona e tornei di calcio amatoriale sul terreno gelido dei campi periferici. Il fatto è che Umberto ha anche una famiglia (Lisa, sua moglie; Ale, un bambino che cresce rapidamente; e Fulvia, un gatto capace di lunghe conversazioni telepatiche), e a un certo punto ha paura di non appartenere più questo nucleo. Anche la sua famiglia d’origine non è una sponda solida. Forse è arrivato il momento di attraversare la lunga linea d’ombra che chiamiamo giovinezza. Con La piena, Andrea Cisi ci racconta una storia di toccante quotidianità, alla ricerca di senso e di identità in un luogo e un tempo che sembrano negarli a ogni passo, rappresentando vividamente un microcosmo che ci appare familiare eppure incredibilmente ricco, eccentrico e imprevedibile.

La Piena è pubblicato da minimum fax

Andrea Cisi è nato nel 1972 a Cremona, dove vive e lavora come operaio metalmeccanico. Ha pubblicato i romanzi Così come viene(Transeuropa 2000), AYE. Are You Experienced? (Bevivino/Convegno 2003) e Cronache dalla Ditta (Mondadori 2008).

Con l'autore interviene Gianmario Pilo, libraio delLa Galleria del Libro e ideatore del festival La grande invasione

music trade shows sports festivals soccer
Nearby hotels and apartments
Il Mio Libro di Cristina Di Canio
Via Sannio, 18, Milan, 20137, Italy

La Scatola Lilla di Cristina Di Canio Commento inserito tramite Facebook
-- 03/11/2016 08:30
«Cos’hai?» «Niente. Una specie di magone. Ce l’ho da un po’». Mi guardavi così, una volta. Coglievi in me questa disperazione sottopelle, questa confusione che basta guardarmi negli occhi e lo capisci, che io in questo tempo mi sento perso. Hai sempre amato questa cosa di me, ma mi accorgo ora che ci credi sempre di meno. Le mie pause, le mie esitazioni. Si capiva da come mi guardavi ieri, che pensavi questo. È un’onda che arriva, la vedo, la sento montare. «Penso che dovresti cambiare qualcosa... di te». «Tipo?» . «Non arrabbiarti, non dico niente di male. Ma ti tagli le gambe da solo a volte». Silenzio, io. «Le tagli a entrambi», hai aggiunto bassa. Ti sembro distante perché lo sono davvero ma forse non c’entri tu, non c’entra nessuno. Tu mi interessi, mi interessa il tuo ritornare a essere così dannatamente sicura di te, grazie a te forse anch’io acquisto un senso ma il mio senso oggi è nel tuo mondo, non nel mio. Un giorno sarai pronta per qualcos’altro, non lo farai con cattiveria, no, verrà inconsapevolmente, perché così vanno certe cose, certe cose camminano da sole e anche l’amore sa sovrapporsi a un altro amore, il tempo è una bestia ineluttabile, deforma le cose. «Siamo diversi Lisa», ho sussurrato, «io e te siamo diversi». «Te ne accorgi dopo dieci anni?» Andrea Cisi _ La piena _ minimum fax _ Domani alle 18.30
-- 03/11/2016 08:30
Che testo <3

La Scatola Lilla di Cristina Di Canio Commento inserito tramite Facebook
-- 02/11/2016 13:57
#buonalaprima #invitoinlibreria

La Scatola Lilla di Cristina Di Canio Commento inserito tramite Facebook
-- 27/10/2016 09:49
«Girano e girano le ruote della mia Atala ben oliata, nessun rumore lungo questo cemento sporco, nessun pensiero importante per ora, tranne che lei non c'era quando avrebbe dovuto trovarsi proprio lì e non t'è quasi mai capitato, una certezza ingannata. È come quando passa l'onda di piena, come quando passa nella tua vita».
Il Mio Libro di Cristina Di Canio
Via Sannio, 18, Milan, 20137, Italy
Is this your event? Claim it now

Make sure your information is up to date. Plus use our free tools to find new customers.