Mo' basta! Donne che diventano donne di governo

Wednesday  3 May  2017  3:00 PM    Wednesday  3 May  2017 7:00 PM
Save (113) Saved (114)
Last update 04/05/2017
  595

MO' BASTA
Un nuovo genere di potere, diamo l'avvio ad un laboratorio di politiche di genere e chiamiamo all'appello tutte le donne e tutte le associazioni.
Supporteremo le donne che intendono candidarsi nelle elezioni regionali e politiche del 2018.
Per provare a “strappare il popolo al populismo”, portando le ragioni popolari a maggiore chiarezza chiamiamo all'appello le donne che hanno voglia di diventare "donne di governo" e dialoghiamo con donne che già hanno avuto esperienza amministrativa e politica, segretari/e comunali che conoscono la macchina amministrativa, funzionarie della PA che conoscono i meccanismi, politici e politiche.
Tutte sono invitate al laboratorio.Per iscriversi mandate una mail.
Tre eventi in tre sedi, in tre giornate:
- 3 maggio, ore 15 a Milano dalle 15 alle 19, presso la sede del Parlamento Europeo,Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 59
- 4 maggio, a Roma,dalle ore 14,00 alle 20.00, presso la sala Abside dell'Accademia dell'Oreal a Palazzo Mignanelli.
- 13 maggio, a Napoli,luogo in definizione
Obiettivo è dare informazione/formazione e fare lobby intorno a donne che vogliono entrare nelle liste alle prossime elezioni amministrative e politiche per farsi eleggere, al di là delle sensibilità ideologiche di ognuna di noi e delle "quote rosa".
Le donne competenti ce la possono fare.

Nel frattempo raccogliamo le vostre adesioni, le vostre motivazioni,i vostri cv.
Mandate la vostra adesione via mail a isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com

courses politics
Nearby hotels and apartments
Parlamento Europeo - Ufficio a Milano
Palazzo delle Stelline - Corso Magents, 59, Milan, Italy

Francesca Pontani Commento inserito tramite Facebook
-- 03/05/2017 12:00
Esco da scuola ed arrivo !
Isa Maggi
-- 03/05/2017 12:00
Ti aspettiamo

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 02/05/2017 09:40
A ROMA IL 4 MAGGIO LABORATORIO DI POLITICHE DI GENERE ORE 14,00-20,30 Accademia L’Orèal, piazza Mignanelli 23 Roma Ecco il programma Ore 14,00 | Presentazione giornata ISA MAGGI, coordinatrice Stati Generali delle Donne Francesca Guinand, giornalista Ore 14,15 | Le donne e il governo delle Istituzioni Lorenza Bonaccorsi, deputata, resp. Cultura, Turismo PD Francesca Biondo, consiglierA Municipio VII PD Federica De Pasquale, vice presidente di Confassociazioni Barbara Pontecorvo, Presidente IdeaPaese Ore 15,45 | Le donne e le Istituzioni Daniela Carlà, Direttora Nuova Eticapa Mirella Ferlazzo, Direttrice generale Mise Liliana Fratini Passi, Direttora generale Consorzio CBI Ore 16.45 | La comunicazione Graziella Rivitti, Area benessere Mise Laura Moschini, Consiglio scientifico GIO Ore 17,30 | Beauty break CON L’ORÉAL Ore 18.00 | Cinquant’anni non sono bastati Annamaria Anna Maria Isastia, docente Storia contemporanea La Sapienza Rosanna Oliva, presidenteSSA “Rete per la Parità” Ore 19,15 | Strategie politiche di genere Antonella Anselmo, avvocata, “Rete per la Parità” Francesca Brezzi, docente Filosofia Morale università Roma Tre, Presidente Osservatorio studi di Genere Moderatrici Amelia Laura Crucitti, Barbara Leda Kenny. Ore 20,15 | Conclusioni Barbara De Amicis, giornalista economica
Francesca Guinand
-- 02/05/2017 09:40
Ciao Marinella, che bello rivedersi dopo tanto tempo :-)
Luciana Grillo
-- 02/05/2017 09:40
Bel programma...complimenti a chi organizza e a chi interviene.
Anna Fraioli
-- 02/05/2017 09:40
Isa ma devo rinviare il mio CV

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 02/05/2017 09:16
Domani a Milano, ore 15 al Palazzo delle Stelline. MO' BASTA LABORATORIO SULLE POLITICHE DI GENERE a cura degli stati Generali delle Donne Parlamento Europeo - Ufficio a Milano Palazzo delle Stelline - Corso Magenta, 59, Milano 3 MAGGIO 2017, DALLE ORE 15 Un nuovo genere di potere. Diamo l'avvio ad un laboratorio di politiche di genere e chiamiamo all'appello tutte le donne che hanno voglia di diventare "donne di governo" e dialoghiamo con donne che già hanno avuto esperienza amministrativa e politica, segretari/e comunali che conoscono la macchina amministrativa, funzionarie della PA che conoscono i meccanismi, politici e politiche. Supporteremo le donne che intendono candidarsi nelle prossime amministrative e nelle elezioni regionali e politiche del 2018, per provare a “strappare il popolo al populismo”, portando le ragioni popolari a maggiore chiarezza chiamiamo all'appello le donne Obiettivo è dare informazione/formazione e fare lobby intorno a donne che vogliono entrare nelle liste alle prossime elezioni amministrative e politiche per farsi eleggere, al di là delle sensibilità ideologiche di ognuna di noi e delle "quote rosa". Le donne competenti ce la possono fare. Il laboratorio si svolgerà a Milano il 3 maggio, a Roma il 4 maggio e a Napoli il 13 maggio. Prepareremo insieme un Manifesto da adottare quando si entra in una lista e daremo il via ad una formazione politica,con il contributo del Comitato Scientifico. Nel frattempo raccogliamo le vostre adesioni, le vostre motivazioni,i vostri cv. Mandate la vostra adesione via mail a isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com Ore 15,00 Isa Maggi, ripartiamo dal coraggio delle donne Presentazione del libro di Roberta Bortolucci, “Imparare la felicità”. Ore 15,30 Ketty Carraffa, giornalista.Come comunicare in modo efficace. Ore 15,45 Adriana Nannicinii, ricercatrice.Come supportare le donne con ricerche e conoscenza. Ore 16 Diana de Marchi, Comune di Milano Paola Carboni,GoWomenFvg Liana Dugaro, Professional Counselor, Coach e Mentore Lucia Krasovec Lucas, Presidente Nazionale Aidia Francesca Pontani, Monza Roberta Donati, Varese Milena Barbieri, Milano Marina Merlini, Pavia Stefania Notarpietro, Aosta da confermare Gabriella Katya Scaduto, Milano Angela Travagli, Ferrara Serena Poltronieri,Masi Torello, (Fe) ore 18, via skype Paolo Paola Bellezza, via skype, Curno, Bergamo Con noi la fotografa Claudia Bouvier
Marinella Zetti
-- 02/05/2017 09:16
Ci sarò!

Coretti Gennaro Commento inserito tramite Facebook
-- 30/04/2017 12:35

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 29/04/2017 19:02
MO' BASTA LABORATORIO SULLE POLITICHE DI GENERE a cura degli stati Generali delle Donne Parlamento Europeo - Ufficio a Milano Palazzo delle Stelline - Corso Magenta, 59, Milano 3 MAGGIO 2017, DALLE ORE 15 Un nuovo genere di potere, diamo l'avvio ad un laboratorio di politiche di genere e chiamiamo all'appello tutte le donne che hanno voglia di diventare "donne di governo" e dialoghiamo con donne che già hanno avuto esperienza amministrativa e politica, segretari/e comunali che conoscono la macchina amministrativa, funzionarie della PA che conoscono i meccanismi, politici e politiche. Supporteremo le donne che intendono candidarsi nelle prossime amministrative e nelle elezioni regionali e politiche del 2018, per provare a “strappare il popolo al populismo”, portando le ragioni popolari a maggiore chiarezza chiamiamo all'appello le donne Obiettivo è dare informazione/formazione e fare lobby intorno a donne che vogliono entrare nelle liste alle prossime elezioni amministrative e politiche per farsi eleggere, al di là delle sensibilità ideologiche di ognuna di noi e delle "quote rosa". Le donne competenti ce la possono fare. Il laboratorio si svolgerà a Milano il 3 maggio, a Roma il 4 maggio e a Napoli il 13 maggio. Prepareremo insieme un Manifesto da adottare quando si entra in una lista e daremo il via ad una formazione politica. Nel frattempo raccogliamo le vostre adesioni, le vostre motivazioni,i vostri cv. Mandate la vostra adesione via mail a isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com Ore 15,00 Isa Maggi, ripartiamo dal coraggio delle donne Presentazione del libro di Roberta Bortolucci, “Imparare la felicità”. Ore 15,30 Ketty Carraffa, giornalista.Come comunicare in modo efficace. Ore 15,45 Adriana Nannicini, ricercatrice.Come supportare le donne con ricerche e conoscenza. Ore 16 Diana de Marchi, Comune di Milano Paola Carboni - GoWomenFvg Liana Dugaro - Presidente Nazionale Coach Lucia Krasovec Lucas - Presidente Nazionale Aidia Elena Matcovich - impiegata regione FVG Francesca Pontani, Monza Roberta Donati, Varese Milena Barbieri, Milano Marina Merlini, Pavia Stefania Notarpietro, Aosta da confermare Gabriella Katya Scaduto, Milano ore 18, via skype Paolo Paola Bellezza, via skype, Curno, Bergamo Con noi la fotografa Sofar Claudia Bouvier
Liana Dugaro
-- 29/04/2017 19:02
Liana Dugaro. Professional Counselor, Coach, Mentore. Responsabile AICP Coaching Club Friuli Venezia Giulia... per una presidenza vedrò di organizzarmi ;-)
Ketty Carraffa
-- 29/04/2017 19:02
Sarà una bellissima giornata.😀
Francesca Pontani
-- 29/04/2017 19:02
Presente !!

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 29/04/2017 17:40
A MILANO IL 3 MAGGIO DALLE ORE 15 INIZIA IL PRIMO LABORATORIO PER DONNE CHE VOGLIONO DIVENTARE DONNE DI GOVERNO. COME SI FA UNA LISTA CIVICA DOVE LA SINDACA, LA VICE SINDACA E MOLTE COMPONENTI SONO DONNE. Lista Civica Za Kras | Per il Carso Paola Carboni - GoWomenFvg Liana Dugaro - Presidente Nazionale Coach Lucia Krasovec Lucas - Presidente Nazionale Aidia Elena Matcovich - impiegata regione FVG e la fotografa Sofar Claudia Bouvier
Liana Dugaro
-- 29/04/2017 17:40
Liana Dugaro. Professional Counselor, Coach, Mentore. Responsabile AICP Coaching Club Friuli Venezia Giulia... per una presidenza vedrò di organizzarmi ;-)

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 26/04/2017 10:26
Partecipa ai lavori Paola Carboni della Lista Za Kras | Per il Carso - elezioni Duino Aurisina (TS) 2017 Miya Voice

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 25/04/2017 17:56
Francesca Pontani da Monza partecipa ai lavori di Milano.

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 25/04/2017 17:55
Paola Bellezza da Curno partecipa al Mo'basta di Milano.

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 25/04/2017 16:06
Al Mo' basta a Milano ha dato l'adesione la giornalista Ketty Carraffa.Ci parlerà di una nuova R/Esistenza, su temi legati ai diritti del lavoro e alla comunicazione “di genere”.
Ketty Carraffa
-- 25/04/2017 16:06
Certo. Insieme, si può. A presto!

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 20/04/2017 09:22
Ecco come partecipare al Mo' basta a Roma il 4 maggio, cliccate su eventbrite e iscrivetevi all'evento Barbara De Amicis Francesca Guinand Amelia Laura Crucitti Laura Moschini
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-laboratorio-di-politiche-di-genere-a-cura-degli-stati-generali-delle-donne-33739651205/?aff=efbnreg
Francesca Guinand
-- 20/04/2017 09:22
Grazie Isa, grazie all'Accademia L' Oréal Roma

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 19/04/2017 17:54
alle ore 15 presentazione del libro di Roberta Bortolucci "Imparare la felicità" La Storia deve ricominciare dal coraggio delle donne. Le donne sanno come far fronte alle fatiche e alle difficoltà del quotidiano e sanno come far fronte ad un mondo intriso dall'indifferenza e dalla violenza. Le donne sanno come tenere in vita la speranza in un mondo diverso e migliore. La giornata milanese dedicata a “Mo' basta” parte dalle considerazioni nate dalla lettura del libro di Roberta Bortolucci, “Imparare la felicità”. Se la felicità dipende in massima parte dal modo in cui trattiamo i problemi, dalla maniera in cui accettiamo per reali i tanti pensieri negativi, dalla fiducia o meno che abbiamo nella nostra capacità di costruirci una bella vita, cosa possiamo mettere in atto e come, affinché la nostra mente elabori pensieri maggiormente positivi e si impegni a raggiungere la felicità? Le donne hanno imparato a identificare gli autostacoli e ad acquisire un metodo per allenare il cervello ad aumentare la capacità di reagire agli eventi quotidiani con positività e ottimismo, a memorizzare e fare tesoro dei momenti felici. Ecco che allora acquisire questo metodo può servire alle donne stesse, alle nostre famiglie, alla società stessa perché le persone felici creano un clima più sereno, produttivo, innovativo e trasmettono questo benessere anche a chi lavora e vive con loro.
Anna Fraioli
-- 19/04/2017 17:54
ciò che cerco nel mio piccolo che cerco nella mia piccola impresa di casalinga tutto fare .......e che nessuna legislazione dal 1983 ad oggi permesso di fare .......il mio governare e stata lotta da fronte sociale e istituzionale ....se solo 100 donne in ogni comune capisse questo capirebbe anche che la felicità non si può sempre soffocare......per pregiudizi sociali ( cosi fatto le nostre mamme cosi facciamo noi), -------

Anna De Blasi Commento inserito tramite Facebook
-- 07/04/2017 15:42
Ci sarò, al vostro fianco! Grazie

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 15/03/2017 21:58
Miya Voice Sosteniamo la Lista Civica Martina SVETLIC per le elezioni comunali nel Comune di Duino Aurisina (TS) dell'11 giugno 2017:due donne candidate a Sindaca e a Vice sindaca https://www.facebook.com/Za-Kras-1188031057982563/?ref=aymt_homepage_panel

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 15/03/2017 21:27
Presentazione candidatura Manuela Arata SINDACA A GENOVA Marzo 2017 SOSTENIAMO Manuela Arata Chi volesse aggiungere la propria firma può inviare mail a sostenitori@manuelaarata.it indicando nome, cognome e professione (ex, per i pensionati) Noi, Amici di Genova convinti che la nostra bellissima città meriti uno sforzo corale tra amministrazione, cittadini, imprese e forze sociali per uscire dalla situazione di crisi in cui si trova che non possa rassegnarsi al declino e debba riprendere il suo ruolo nazionale e internazionale integrandosi meglio nel Nord Ovest e in Europa che debba tornare a produrre ricchezza e valore, con una forte politica di sviluppo che abbia nella sua tradizione portuale, industriale, tecnica, commerciale e nella sua riscoperta bellezza di città d’arte solide basi per il suo rilancio e possa quindi affrontare con successo la sfida dell’economia dell’innovazione che debba ritrovare un momento di vero ascolto per i suoi uomini, donne, giovani, anziani, nuovi cittadini venuti da ogni dove e nostri emigrati, affinché possano avere un ruolo attivo in un rinnovato amore per la città, fiduciosi e partecipi al suo sviluppo che da questo ascolto nascano soluzioni al degrado e ai problemi della città - dal centro storico alle periferie - con buone idee condivise, attraverso un confronto aperto, civile e costruttivo tra tutte le parti in causa. Noi, Amici di Genova, vogliamo Sindaco della nostra bellissima città una persona espressione della società civile, con una reputazione interna ed esterna importante, di comprovata onestà e sobrietà; qualcuno che abbia dimostrato di saper fare qualcosa di grande e di saper fare grande Genova grazie al proprio lavoro, che sappia parlare alla città e al mondo, a tutte le fasce sociali, dal lavoro all’impresa, al singolo cittadino che conosca l’innovazione e le sue grandi potenzialità che sappia valorizzare i giovani, gli anziani e i bambini che sappia organizzare che sappia gestire il lavoro nel pubblico come nel privato che - come noi - ami e creda nella città. Dopo un lavoro di mesi nel “Laboratorio per il futuro della città”, mercoledì 15 febbraio abbiamo condiviso che Manuela Arata rappresenta esattamente la sintesi delle caratteristiche che cercavamo e che ha l’esperienza, la capacità di lavoro e la voglia per cimentarsi in questo difficile, difficilissimo compito. Abbiamo così deciso di proporre a tutte le forze politiche e sociali che si riconoscono nel centrosinistra e disposte a mettersi in gioco in un percorso di programmazione strategica comune Manuela Arata candidata Sindaco di Genova per le prossime elezioni amministrative. Una candidatura capace di essere il punto di riferimento per una alleanza di forze politiche e sociali che scommettano su sviluppo sostenibile e resilienza, una candidatura capace di restituire speranza alla nostra città. E da oggi inizia così la raccolta delle firme per sostenere la sua candidatura. Chi è Manuela Arata È una donna capace, determinata e innovativa, l’ideatrice, fondatrice e organizzatrice del Festival della Scienza, l’evento sulla divulgazione dell’innovazione e del sapere scientifico che ha reso Genova centro gravitazionale dei più grandi scienziati mondiali, ma che è stato capace di spiegare concetti difficilissimi anche ai bambini più piccoli, alle persone più semplici venute a Genova da tutt’Italia e dal mondo. Manuela nasce ad Asmara nel 1956 da famiglia genovese/pavese, il papà nel settore marittimo e la mamma insegnante. Terza di cinque fratelli, è madre di due ragazzi di 28 e 25 anni. Dopo la maturità linguistica conseguita nel 1975, che le consente di parlare correntemente Inglese e Francese, entra come segretaria nel 1976 in Ansaldo dove lavora nella direzione commerciale sino al 1986, quando passa a Genova Ricerche dove si occupa di tutti gli aspetti operativi sino al 1990. Il suo percorso attraversa il lavoro nella grande impresa, nelle PMI, con un impegno pionieristico nell’innovazione, conosce il sistema pubblico e viene chiamata ad incarichi di livello nazionale, europeo e mondiale. Infatti nel 1990 entra nel mondo della ricerca in quello che diventerà l’Istituto Nazionale per la Fisica della Materia, riuscendo come Direttore Generale ad introdurre nel settore della ricerca importanti innovazioni organizzative di cui beneficiano oggi gli enti più avanzati come l’IIT. Percependo le potenzialità inespresse della comunità scientifica, dopo un ampio lavoro di collegamento tra questa e il mondo delle imprese, intuisce l’importanza del contributo che la scienza può portare nella crescita culturale della società per promuovere l’innovazione e sostenere lo sviluppo dei giovani, e insieme ad altri realizza il festival della scienza, evento che in 14 anni ha portato a Genova migliaia di ricercatori di tutto il mondo, imprese e famiglie e che ha cambiato il DNA dei giovani ricercatori, addestrandone al rapporto con la società più di 6000 provenienti da tutta Italia e da Paesi anche lontani come la Cina e la Nigeria. Dal 2008 - dopo l’accorpamento dell’Istituto Nazionale Fisica della Materia al Consiglio Nazionale delle Ricerche - viene chiamata a svolgere il ruolo di Technology Transfer Officer per il Presidente CNR. Tra le esperienze di una vita coraggiosa affronta un divorzio e una seria malattia, ma non mancano le gratificazioni professionali. Sono infatti numerosi i titoli di merito che le sono stati attribuiti dai più vari soggetti a testimonianza di una stima e di una notorietà che supera di gran lunga le strette mura cittadine: Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana, Cavaliere al Merito della Repubblica Francese, Medaglia d’oro di Genova e Medaglia d’argento di Shanghai, oltre a vari premi nazionali e locali. Genova, Marzo 2017 Ada Gabriella Dalla Mutta, amministratrice condominiale Adriana Albini, ricercatrice Alberto Rossi, imprenditore Aldo Cafferata, dirigente d’azienda Alessandra Amico, CEO cantieristica navale Alessandra Lancellotti, psicoterapeuta Alessandra Montanini, educatrice Alessandra Volpe, avvocato Alessio Toffoletti, commerciante Alfonso Mantero, startupper high-tech Allida Predonzani, medico Andrea Bascheri, ingegnere Andrea Giubertoni, chimico farmaceutico Andrea Ridi, imprenditore Andrea Snaidero, impiegato Angelica Canevari, insegnante Angelo Sottanis, sindacalista Anna Grazia Ighina, Architetto Anna Guarino, ottica Annalisa Bonfiglio, ricercatrice Anna Maria Occasione, avvocato Anna Maria Roncoroni, psicologa Anna Raschi, insegnante Anna Varoli, educatrice Anthi Rogkakou, medico Antonella Cirone, architetto Antonio Chiurla, informatico Antonio Durighello, impiegato Aris Finidis, medico Aurelio Visini, dirigente Beatrice Giangreco, casalinga Beppe Veruggio, imprenditore comunicazione Bianca Delle Piane, imprenditrice Los Angeles Carla Olivari, insegnante e formatrice Carla Signoris, attrice Carla Villa, docente Carlo Ciurlo, ingegere navale Carlo Formisano, legale banker Carlo Rognoni, giornalista e politico Carmelo La Malfa, tecnico telecomunicazioni Caterina Di Martino Fasolini, imprenditrice Caterina Persano, impiegata Cinzia Manzo, imprenditrice Cinzia Paglia, consulente aziendale Clara Arena, consulente Claudia Cabona, contabile Claudio Nalin, ingegnere Claudio Pontiggia, animatore politico Corrado Bregante, avvocato Cristiana Crosa, libera professionista Cristina Favati, insegnante Cristina Pizzorno, consulente di comunicazione Daniela Bongiovanni, impiegata Daniela Minetti, dirigente Daniela Paoletti, libera professionista Daniela Vanni, architetto Daniele Friedman, chirurgo Danilo Imperatore Antonucci, tecnico della ricerca Dario Bagnasco, autista Davide Amodeo, dirigente sanità Davide Pignone, economista Donata Bonometti, giornailsta Elena Reali, impiegata Emanuele Bargelli, divulgatore scientifico Enrico Fiasché, studente Enrico Picasso, imprenditore Enrico Valli, operaio specializzato Enzo Berti, imprenditore Fabio Benfenati, neurofisiologo Fabio Storti, dirigente Fabrizio Allavena, consulente aziendale Federico Pedrocchi, giornalista scientifico Federico Valerio, chimico ambientale Franca Falcone, casalinga Francesca Musso, architetto Francesca Romana Gallerani, casalinga Francesca Traverso, marketing digitale Francesco Cugurra, avvocato Francesco Ronzitti, libero professionista Franco Guerci, imprenditore Franco Martellucci, acconciatore Franco Miglietta, dirigente di ricerca Franco Monteverde, politico Gabriella Dell’Oro, shipping Gabriella Melchionna, consulente aziendale Gabriella Zunin, medico geriatra Gateano Cassini, Visual Designer Giancarlo Andrioli, medico Gianfranco Scanarotti, impiegato Gianluigi Callegari, imprenditore Gianni Briata, commercialista Giorgio Fasolini, imprenditore Giorgio Ferraro, operaio Giorgio Saio, ingegnere Giorgio Telami, commerciante Giuliano Fabbrini, laureando in ingegneria Giusi De Santis, impiegata Giorgio Da Bormida, ingegnere Giovanni Filocamo, matematico Giovanni Meriana, storico dell’arte Giovanni Olivieri, avvocato Giovanni Sobrero, ingegnere meccatronico Giovanni Vergano, ingegnere Giuliano Ortolani, operatore del volontariato Giuseppe Canepa, dirigente pubblico Giuseppe Casalino, docente Ingegneria Guido Gancia, commerciante Guido Loleo, consulente Ida Carniglia, insegnante Ignazio Venzano, preside Ina Fantoni Costa, ricercatrice Isabella Marini, impiegata Jeff Capaccio, Sylicon Valley Italian EC Leonardo Alfonsi, fisico comunicatore di scienza Lisa Cacia, psicologa Livio Cimorelli, dirigente Lorenzo Daidone, studente Lorenzo De Michieli, research manager Luca Giberti, regista e produttore Luca Guzzetti, docente universitario Luciano Delfo Majorani, dirigente generale ricerca Luigi Barbagelata, ricercatore tecnologico Luigi Toffoletti, imprenditore Luisa Marenco, commerciale Maddalena Conte, studentessa Magda Rapetti, insegnante Manuela Biagini, account executive Manuela Gandolfo, impiegata Marcello Cesena, regista Marcello Morchio, ingegnere Marco Di Buò, tecnico elettronico Marco Faimali, ricercatore Marco Ghio, startupper informatico Marco Repetto, imprenditore Maria Beatrice Abbiati Trucco, imprenditrice Maria Grazia Ottonello, impiegata Maria Montolivo, studentessa universitaria Maria Teresa Carrara, assicuratrice Marina Cugurra, specialista IP Marina Esposito, musicista Marina Guarnieri Mario Rodriguez, consulente Mario Sofo, analista programmatore Marisa Vannucci Marta Trucco, libera professionista Marzia Marin, medico Maurizia Migliorini, docente Maurizio Aiello, ricercatore Mauro Pirovano, attore Mauro Salucci, narratore Michela Cavanna, fisica quadrimamma Mirco Marino, insegnante Mirella Hinrichsen, agente di viaggio Monica Dalla Libera, impiegata nella ricerca Monica Traverso, insegnante Natale Ferraro, dirigente industriale Nicola Suriano, agente di commercio Nicoletta Palazzo, tecnologa Olindo Repetto, dirigente Orietta Ciurlo Palau, associazionista Ornella D’Alessio, giornalista Paola Ceppa, medico anomopatologo Paola Angela Golfredi, commessa Paola Peruch, consulente finanziaria Paola Toni, consulenta Paolo Maffei, impiegato tecnico Paolo Marenco, ingegnere Piera Badano Costa, casalinga Piero Arado, assistente manutentore Piergiorgio Grossi, federalista europeo Pierluigi Curletto, Federmanager Pierluigi Ferrari, imprenditore marittimo Pietro Marenco, psicologo del lavoro Pietro Musso, bancario Pietro Tortarolo, imprenditore marittimo Raffaele Alessandro, impiegato Raffaele Del Favero, liquidatore avarie marittime Renzo Miroglio, sindacalista Riccardo Biagini, tecnico telecomunicazioni Riccardo Campostano, ingegnere navale Riccardo Montalbano, maker Rinaldo Marazza, chimico Roberto Amaru, artigiano Roberto Lucchetti, matematico Roberta Trucco, mamma SNOQ Roberto Castanini, architetto Roberto Gotelli, dirigente broker assicurativo Roberto Melai, architetto Roberto Savona, operaio Roberto Tedone, ingegnere Romina Durante, impiegata Rosa Gandolfo, architetto Rosangela Natta, funzionaria regionale Rosanna Barbieri, imprenditrice Sara Trolese, impiegata Saverio Russo, docente universitario Serena Maggiolo, commessa Silvana Di Stefano, ingegnere Sergio Vergano, geologo Silvano Rea, ingegnere Silvia Ambrosi, fotografa Silvia Meletti, studentessa universitaria Silvia Scaglione, ricercatrice Simona Morini docente IUAV Venezia Stefano Salvatori, disoccupato Stefano Schiavoni, quadro aziendale Susanna Picasso, dirigente Teresa Maggiore, manager Tina Orsini, presidente cooperativa Tommy Castello, rugbysta Walter Riva, divulgatore scientifico

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 06/03/2017 11:04
Le donne al potere. Il 30% è la quota di donne in alcuni dei luoghi che contano della politica e dell’economia. Nel parlamento italiano e in quello europeo si aggira attorno a questa percentuale la quantità di donne titolari di un seggio. Presenza che sale anche di più negli organi di governo delle amministrazioni locali. E per la prima volta nel 2016 le donne hanno conquistato il 30% di incarichi nei consigli di amministrazione delle aziende quotate nella borsa italiana. Ma a ben guardare si viaggia su un doppio binario: da un lato le donne aumentano, dall’altro più si guarda in alto e più gli incarichi conferiti alle donne tendono alla rarefazione.

Isa Maggi Commento inserito tramite Facebook
-- 02/03/2017 14:47
Donatella Noventa ha partecipato all'evento di Venezia:" "Scuola di alta formazione per donne di governo", ideata da Annarosa Buttarelli che insegna Filosofia della storia all'Università di Verona e che da anni è impegnata nel pensiero e nella politica della differenza. Annarosa Buttarelli è autrice del libro "Sovrane - L'autorità femminile al governo", ed. Il Saggiatore. Nel suo libro Annarosa interpreta pensieri, pratiche e politiche create da donne che nella storia hanno consolidato la propria autorità, basata sul principio ordinatore delle relazioni umane e regolata dalle leggi della vita più che dal diritto maschile, dalle gerarchie o dallo strapotere del denaro. Il libro presenta una galleria di ritratti brillanti di donne protagoniste, sia del passato che contemporanee, che hanno indicato una via "differente" di fare politica e di governare; solo l'autorità femminile può originare una pratica della sovranità capace di rigenerare le istituzioni pubbliche e di governare il mondo senza appropriarsene. L'Associazione "Preziose" vuole creare una rete nazionale, un grande progetto, identificare le eccellenze femminili presenti nella nostra Italia ed istituire una "Accademia della formazione ed uno spazio relazionale di studio e confronto. Ha in programma, a fine marzo o i primi di aprile, la prima assemblea nazionale con l'obiettivo di riscrivere la storia della democrazia mantenendo la radicalità della differenza di genere (la donna che va a governare deve avere la sapienza, l'intelligenza e la consapevolezza della propria differenza... ). Questa formazione deve essere sviluppata urgentemente in questo momento storico in cui il populismo (sovversivo...) conduce al declino della democrazia. Le donne pensanti devono diventare protagoniste ovvero "sovrane", altrimenti si affiancheranno al movimento populista (... sovrane non solo nel governo politico, ma anche in quello della famiglia Bisogna rivalutare il ruolo delle relazioni tra la classe politica e le istanze del popolo (le donne hanno molto in comune con queste istanze... parole di Annarosa Buttarelli). Ecco perché l'Associazione Preziose è convinta della necessità di una scuola di alta formazione per le donne di governo come aiuto per sviluppare la pratica della sovranità ,capace di rigenerare le istituzioni pubbliche e di governare il mondo senza appropriarsene".

Rosaria Lopedote Commento inserito tramite Facebook
-- 25/02/2017 17:48
..in politica non basta la competenza...è necessaria la pratica e quella non si fa nei seminari formativi ..si fa nei luoghi del lavoro,del sapere, delle aggregaziooni, dei movimenti, delle istituzioni...anche nei luoghi dei partiti,.....per modificarli e segnarli della intelligenza e sensibilità delle donne...
Isa Maggi
-- 25/02/2017 17:48
Ottimo! Così è

Carmen Russo Commento inserito tramite Facebook
-- 24/02/2017 22:27
Le donne in politica, per fare una era differenza, dovrebbero: - sottoscrivere un protocollo etico - stilare una lista di priorità - votarsi alla politica scordandosi di tutto. Mia opinione personale.

Celia Pariona Commento inserito tramite Facebook
-- 24/02/2017 16:52
molto interessante

Carola Profeta Commento inserito tramite Facebook
-- 24/02/2017 15:28
Bello mi piace ;)
Parlamento Europeo - Ufficio a Milano
Palazzo delle Stelline - Corso Magents, 59, Milan, Italy