La Follia Nuova
Image from lafollianuova.it

La Follia Nuova

12 Events 0 Followers
Association

2019 2018

La Follia Nuova
Viale Principe Eugenio di Savoia, Bolzano, 39100, Trentino-Alto Adige, Italy

L'Associazione Musicale “La Follia Nuova”, creata dai due giovani musicisti che formano il Duo Granato (Cristian Battaglioli al sax e Marco Rinaudo al pianoforte), ha come scopo la promozione e la realizzazione di concerti e manifestazioni artistiche legate alla musica nelle sue molteplici forme. Il nome “La Follia Nuova” proviene dal secondo movimento della Sonata per sax e pianoforte di William Albright. Movimento questo a cui il Duo Granato è molto legato e affezionato, tanto da utilizzarne il nome per l'Associazione appena creata ritenendo che ben si legasse concettualmente agli scopi associativi. Scopo della “La Follia Nuova” è quello di creare una stagione di concerti che si arricchisca sempre più nel tempo coinvolgendo musicisti professionisti dall'Italia e dal mondo, per lo più giovani talenti, senza tralasciare una pratica in voga ormai da tempo di mescolare svariate discipline artistiche offrendo al pubblico, oltre all'ascolto della musica, anche momenti di convivialità e scambio di idee (come succede ad esempio negli aperitivi in musica oppure nei concerti ambientati in luoghi di pregio artistico dove il luogo diventa conoscibile dallo spettatore in quanto parte integrante dell'evento musicale). Una delle principali aspirazioni di questa nuova Associazione è che il concerto di musica classica debba essere offerto al pubblico in maniera coinvolgente, convincendo anche i giovani che questa è musica viva, in grado di regalare profonde esperienze emozionali e affettive, eliminando così la distanza tra pubblico ed esecutore e restituendo alla classica tutta l'ammirazione, la conoscenza e il rispetto che merita. Se questo progetto di cambiamento della fruizione della musica avrà successo, allora potremo dire di aver fatto la differenza in un'epoca nella quale l'arte, non solo la musica, sta perdendo sempre più la sua connotazione di “profondità spirituale” soppiantata dal superfluo e dal vuoto generati da una vita senza di essa.


 
 
 
 
Your changes have been saved.