Share
Information
Other

“Il Colore è l’espressione di una virtù nascosta”
(Marguerite Yourcenar)


LA VOCE DEI COLORI

Il nome stesso dell’associazione culturale “La Voce dei Colori” nasce dall’esigenza di esprimere una sintesi di espressione e partecipazione. La voce rappresenta appunto la possibilità di esternare la propria personalità con progetti che puntano sullo stimolo della creatività individuale; i colori sono le diverse forme nelle quali questa espressione si può manifestare.
Il contesto sociale che viviamo ci presenta un mondo sempre più chiuso in se stesso, autoreferenziale ed incapace di esprimere valori di solidarietà, incontro, aggregazione. Nasce quindi da questa esigenza sociale pratica la necessità di coadiuvare le famiglie e fornire nuovi stimoli alla creatività di bambini e adolescenti.

L’incontro con l’altro, l’aggregazione e l’espressione nelle sue varie forme sono il sale della vita: lavorando all’interno dei contesti sociali in cui viviamo, vogliamo rompere gli schemi e cercare di aprire le porte, tramite iniziative concrete, a gente che ha voglia di tornare a vivere con pienezza la propria personalità, a gente che vede nella socializzazione un momento di gioco, di crescita, di stimolo per se stesso e per gli altri.

Le iniziative spazieranno nel campo delle varie arti e nasceranno dagli stimoli e dalle esigenze degli stessi soci o di chi vorrà utilizzare lo spazio messo a disposizione per realizzare concretamente un’iniziativa, una mostra, un corso, un momento da vivere nella collettività.

In concreto l’Associazione si occuperà di stimolare la creatività del singolo bambino tramite progetti legati al mondo dell’Arte e del Gioco.
• Animazione Teatrale
• Giocoleria e Psicomotricità
• Gioco e Inglese
• Arte figurativa e manipolazione
• Musica e canto
• Laboratori creativi


Tutte queste attività avranno come filo comune lo stimolo della creatività individuale: per quanto concerne l’Animazione Teatrale, ad esempio, si cercherà infatti di inserire l’opera, espressione del Bambino, all’interno di un contesto narrativo in modo tale da renderla viva e valorizzare l’individualità del singolo in un contesto di socializzazione e collaborazione. La storia al centro di tutto: la narrazione di una storia che nasce dal lavoro creato dal singolo bambino ci permette di estrapolarla da un contesto passivo come può essere quello cinematografico o televisivo e di far sì che il protagonista sia proprio lo stesso bambino attraverso la proiezione della propria opera. Il singolo disegno, la creazione di un oggetto con la Pasta Sale piuttosto che con il Das, un movimento, una danza, una canzone diventano i protagonisti di una storia attraverso la fantasia priva di filtri che solo il bambino ci può fornire. Attraverso tutte le attività comunque, sempre gestite da personale competente e qualificato, si cercherà di inserire il bambino in un contesto di socializzazione al fine di valorizzare la sua forma espressiva e di stimolarne la partecipazione; prestando la massima attenzione alle singole individualità, alle loro peculiarità ed esigenze.

Un momento di aggregazione e socializzazione, che guarda anche alle necessità della vita quotidiana in un contesto storico-sociale in cui tutti facciamo attenzione a come usare i nostri soldi ed il nostro tempo ed in cui sono sempre più rare le possibilità di avere un aiuto per la famiglia.