Proiezione di The Barefoot Princess (documentario, 2012)

Proiezione di The Barefoot Princess (documentario, 2012)
Image from ikigairoom.it
Sun 15 December 2019
Sunday 15 December 2019
9:00 PM - 10:00 PM
Ended

All’interno di
Corea Day – Giornata dedicata alla cultura coreana
,
proiezione gratuita
aperta a tutti (soci AICS e non, fino a esaurimento posti), del documentario
The Barefoot Princess – Oriental Bellydance
” (2012, Italia, 54′)
Regia di
Simona Cocozza
e
Samantha Cito
https://youtu.be/jp_7CVN3OrE
Girato fra
Corea del Sud
,
Giappone
e
Francia
, il
documentario
The Barefoot Princess – Oriental Bellydance
racconta il paradigma universale del
viaggio personale alla ricerca di sé stessi
.
A simboleggiare questo percorso, il viaggio reale e metaforico di una donna che, attraverso Asia, Africa ed Europa nell’arco di 40 anni di travagliate esperienze di vita, è riuscita finalmente ad affrontare alcuni dei conflitti che dimorano nel profondo dell’animo umano. Grazie all’arte della danza è riuscita a ritrovare sé stessa, conquistando così la vera libertà.
Protagonista del documentario è l’artista giapponese
Kamellia
, la
prima donna dell’Estremo Oriente a praticare la danza del ventre
, nella seconda metà del secolo scorso. Diventò una vera leggenda nei Paesi Arabi, dove la stampa la onorò del titolo di “
Principessa della Danza Orientale
”.
Kamellia è stata una grande star della danza del ventre. Negli anni ’80 e ’90 ha danzato per il re Hassan II in Marocco, per i presidenti Bourguiba e Ben Ali in Tunisia, per la famiglia reale in Arabia Saudita ed ha affascinato il pubblico dei paesi arabi nonostante il suo aspetto esotico, asiatico (o forse proprio grazie ad esso), così lontano dai canoni di bellezza mediorientali. Tutt’oggi continua ad ammaliare con la sua danza.
Mentre l’artista è ormai matura, la donna cela ancora qualcosa di intimamente irrisolto. Deve ancora sondare il proprio io più profondo, affrontare paure sepolte in un passato dimenticato per raggiungere il proprio equilibrio interiore.
Da tempo Kamellia vive a Parigi e dopo 40 anni di straordinaria carriera decide di fare un viaggio alla riscoperta delle proprie origini.
Tale viaggio avviene in occasione del suo sessantesimo compleanno che, nella cultura giapponese, è un evento unico dal grande significato simbolico. Infatti, il ciclo vitale degli esseri viventi, basato sulla combinazione di 12 segni e 5 elementi, ha una durata complessiva di 60 anni.
È arrivato in qualche modo il tempo di chiudere il cerchio, di concludere il proprio percorso su questa terra È un momento delicato di bilancio, in cui affrontare la distanza che separa i risultati del presente da ambizioni, sogni e progetti del passato. È il momento di fare i conti con sé stessi e cercare di rimarginare tutte le ferite che sono rimaste aperte lungo l’arco della vita. Un momento in cui prepararsi alla pace, alla riconciliazione con l’universo.
Ed è in questa occasione che Kamellia decide di tornare nel proprio paese natale, il Giappone, per riavvicinarsi alla famiglia abbandonata in adolescenza, provando a capire ciò che allora non ha voluto o potuto capire appieno.
Ed è pronta a spingersi anche oltre, in
Corea del Sud
, terra d’origine dei suoi genitori, per cercare di comprendere più profondamente la tradizione di cui è figlia, per dare un nome e delle motivazioni a quanto, fin dall’infanzia, l’ha fatta sentire rifiutata, sola, inappropriata. Da quanto, forse, l’ha spinta alla fuga.
Un amaro quanto necessario viaggio nel passato, un’immersione nella cultura dei propri avi, filtrata però attraverso l’esperienza e la sensibilità di una donna che è ormai figlia del mondo, che ha vissuto sulla propria pelle la peculiare condizione della donna nei Paesi Arabi, così come il respiro occidentale della vecchia Europa.
Una donna che, dal rassicurante tepore dei limiti imposti dall’antica cultura giapponese, che pre-organizza ogni tappa dell’esistenza e lascia poco spazio all’individualità, è passata ad assaporare l’inebriante quanto pericolosa esperienza della libertà, senz’altro più affascinante e gratificante, ma difficile da gestire.
Discriminazione razziale, emarginazione femminile: Kamellia ha ormai attribuito il nome giusto ad ogni cosa, riposizionato tutti i tasselli del proprio passato. Finalmente è pronta a far ritorno a Parigi, dove può dedicarsi alla sua nuova missione: trasmettere le proprie esperienze, professionali e personali, ai bambini.
Perché l’essere umano, nei primi anni di vita, è ancora puro, non dà alcuna importanza al colore della pelle e alle forme del corpo, e mantiene ancora una forte connessione tra l’io interiore e quello esteriore.
Attraverso la danza, Kamellia cerca di insegnare a bambini e bambine a non perdere questo equilibrio che lei ha cercato per anni e di cui, forse, si è finalmente riappropriata.
Le autrici:
Samantha Cito
, laureata in DAMS a Bologna, specializzata in regia e produzione a Barcellona, lavora nell’industria cinematografica dal 1999 fra lungometraggi, sitcom, fiction e nel 2008 entra a far parte di
GIALLOMARE FILM
, società di produzione indipendente con sede a Roma.
Simona Cocozza
, dopo anni di esperienza sui set cinematografici nel reparto regia, nel 2003 esordisce come autrice con il cortometraggio “Fresca di Bucato”, e nel 2007 fonda Giallomare Film con cui realizza centinaia di prodotti audiovisivi collaborando con RAI, Greenpeace, Repubblica.it, etc. Ad oggi ha firmato 3 lungometraggi e 7 corti, presentati in oltre 200 festival in giro per il mondo. Nel 2010 presenta all’Italian Film & Art Festival di Seoul, il primo festival di cinema italiano contemporaneo in Corea, 10 dei suoi lavori.

569 Views - 16/12/2019 Last update
culture cinema
via nosadella 15a
ikigai room bologna, bologna, 40123, italia
Event from
ikigairoom.it

Are you an event organizer?
Create events for free. They will be immediately recommended to interested users.
Create event

Nearby hotels and apartments

ikigai room bologna, bologna, 40123, italia

Browse other venues in Bologna
Discover now


Discover more events in Bologna
Discover now


via nosadella 15a
ikigai room bologna, bologna, 40123, italia
Event from
ikigairoom.it


Are you an event organizer?
Create events for free. They will be immediately recommended to interested users.
Create event
  1. Bologna
  2. via nosadella 15a
  3. Proiezione di The Barefoot Princess (documentario, 2012)
 
 
 
 
Your changes have been saved.