Le Relazioni (.) - Psicodramma con la NEVE

Saturday  3 March  2018  8:00 AM    Sunday  4 March  2018 6:00 PM
Save (4) Saved (5)
Last update 10/02/2018
  82

GRUPPO di 2 giorni, in natura accompagnati dalla LUNA PIENA...in un RIFUGIO tra i BOSCHI in MONTAGNA

l gruppo ha l’obbiettivo di ripristinare o consolidare il benessere psicologico delle persone attraverso un lavoro che utilizza le tecniche dello PSICODRAMMA e della GRUPPOANALISI.
Il gruppo ci accompagnerà in un viaggio di ricerca interiore, in un’esplorazione di noi stessi e del nostro sentire più intimo potendo, attraverso la conduzione esperta di una psicoterapeuta e di un formatore nella conduzione di gruppi, elaborare elementi di crescita, cambiamento e riflessione.

Nel gruppo, aperto solo agli adulti, lavoreremo principalmente sui temi che pervadono l'esistenza delle persone quali l'Amore, la Sofferenza, il Desiderio, la Passione, la Verità, la Solitudine, il Successo, la Protezione, il Viaggio, la Ferita, il Riconoscimento, la Nascita, i Sogni, il Sacro, il Perdono, il Gruppo...
... si lavorerà sul materiale portato dai partecipanti...

La Terapia Gruppoanalitica, come è stata definita dal suo fondatore S.H. Foulkes, “è una forma di psicoterapia praticata dal gruppo nei confronti del gruppo, ivi compreso il conduttore”. Essa parte dal presupposto che ogni essere umano non può essere considerato come individuo singolo ma come “essere in relazione”. Sono proprio queste ultime, le relazioni, inserite in una storia personale e famigliare nonché in un contesto socio-culturale, che la formano. Alcune di esse possono considerarsi una risorsa, altre invece sono disfunzionali. Possono provocare sofferenza e difficoltà nel raggiungere gli obbiettivi che ognuno si dà. Nel gruppo, le modalità relazionali vengono riproposte, messe in atto e attraverso quest’ultimo è possibile per la persona sentirsi supportata, prenderne coscienza e acquisire la libertà di scegliere se modificarle.

Lo “Psicodramma” è un metodo che appartiene all'ambito delle terapie di gruppo, ideato da Jacob Levi Moreno nel 1921. Esso ricorre al gioco drammatico libero, alla rappresentazione di eventi, e mira a sviluppare attivamente la Creatività e la Spontaneità dei soggetti. L'essenza di questo metodo consiste nell'esteriorizzazione rappresentativa dei vissuti personali, mediante le improvvisazioni sceniche, e la loro analisi, operata da un "direttore dello Psicodramma".
È applicabile ai bambini ed agli adulti. Costituisce un mezzo privilegiato di espressione e simbolizzazione dei conflitti personali, oltre che per la rappresentazione e rielaborazione di situazioni conflittuali interpersonali.

Partecipa, vedi con i tuoi occhi chi sei, quello che puoi fare!

COSTI
Il costo di partecipazione al Gruppo è di 250 €

170 € per chi ha già partecipato a uno dei residenziali, iscrivendosi entro il 31 Dicembre 2017

200 € per tutti iscrivendosi entro il 31 Gennaio 2018

La fattura che sarà emessa è deducibile dalla dichiarazione dei redditi come spesa sanitaria.

Vitto e alloggio per i due giorni è di 50 € complessivi

Gli incontri si svolgeranno presso il Rifugio Amprimo Val Susa, una splendida location immersa nel Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè
Le sistemazioni possibili sono in stanze doppie o triple.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Riccardo Barengo
r.barengo@gmail.com
345.455.97.50

Maria Piera Mondo mariapiera.mondo@gmail.com
cell. 340.83.44.991
https://www.linkedin.com/profile/guidedstartTask=NEW_ADD_SKILLS&force=true&trk=hp-identity-skills

trade shows family
Nearby hotels and apartments
Rifugio Onelio Amprimo
Rio Secco, Bussoleno, 10053, Italy

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 31/12/2017 16:26
Ognuno ha una storia da raccontare...

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 31/12/2017 10:17

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 30/12/2017 10:03
Ricordo che per l'iscrizione a questo gruppo è necessario contattare uno dei conduttori con messaggio privato... non è sufficiente cliccare partecipo sull'evento. Buone Feste :-) Riccardo e Piera

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 29/12/2017 13:49
"Quello dell'isolamento e della conseguente solitudine è un modello che si ritrova sempre quando stanno per accadere cose molto importanti. Quando stanno per accadere dei grossi cambiamenti, ci rinchiudiamo in noi stessi. [...] La solitudine permette di scendere nelle profondità del nostro mondo interno e di raccogliersi dentro la propria anima fino a recuperare tutta una energia che è stata compressa. " - Aldo Carotenuto -
https://www.facebook.com/events/1646493112282218/permalink/1814253352172859/

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 27/12/2017 14:02
Come da vostre numerose indicazioni "Le relazioni utili" non andava bene e quindi l'ho tolto lasciando uno spazio vuoto tra parentesi... come sono le relazioni??? :-)
-- 27/12/2017 14:02
(Importanti )
-- 27/12/2017 14:02
Significative
Psicodramma Torino Riccardo Barengo
-- 27/12/2017 14:02
Ottimo mi piacciono, aspettiamo altre idee e potranno diventare spunto di riflessione al gruppo... :-)
Psicodramma Torino Riccardo Barengo
-- 27/12/2017 14:02
Generative
-- 27/12/2017 14:02
Trasformative
Psicodramma Torino Riccardo Barengo
-- 27/12/2017 14:02
Complesse
Psicodramma Torino Riccardo Barengo
-- 27/12/2017 14:02
Anche se cerchiamo la serenità credo che la complessità ci seduca nel profondo :-) e tiene vivo il rapporto...

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 27/12/2017 10:11
Tutte le persone hanno una storia che noi non conosciamo...
https://www.facebook.com/events/1646493112282218/permalink/1789833087948219/

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 23/12/2017 15:42
RITUALE del FUOCO Per l'accensione del Fuoco con metodo primitivo chiediamo ai partecipanti di portare da casa 1 degli strumenti di gruppo - Segaccio da legno con lama lunga 20 cm - Coltellino piccolo ma ben affilato per lavorare il fungo esca e la corteccia di betulla - Coltello grande, lama fissa lunga 14 cm o più - Selce e Acciarino (Verrà indicato con messaggio privato alla singola persona quale strumento portare, ma chi si è già iscritto può indicarci una preferenza) ...dovremo portare da casa anche dei materiali di scorta che useremo per accendere il fuoco qualora non li trovassimo in natura (ma li troveremo :-) ) - Cotone carbonizzato - Fomens fomentarius (fungo esca) - Spago naturale di canapa - Erba secca - Rametti secchi di vario spessore Per l'accensione del fuoco, tutto il gruppo cercherà i materiali necessari in natura già durante la camminata per arrivare al rifugio, ma dovremo avere negli zaini una scorta di questi materiali preparati precedentemente per le emergenze... Utzi l'uomo di Similaun la cui mummia ritrovata in Alto Adige risale a 5000 anni addietro aveva con se in un sacchetto dei pezzi di fungo esca per accendere un fuoco, una piccola scorta di materiali utili che raccoglieva quando ne aveva l'opportunità per poterli usare quando necessario... abitudine ormai persa nell'era dei supermercati sempre aperti sotto casa... PS Il guppo verrà accompagnato nelle varie fasi di preparazione dei materiali, e solo all'incontro per la partenza tutti sapranno chi ha portato e cosa... :-)

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 22/12/2017 10:23
Faccio un riepilogo di quanto utile portare al seguito per il gruppo onde poter approfittare dei regali di Natale o dei successivi saldi per acquistare eventuali pezzi mancanti. Faccio un elenco di base che ognuno può ampliare a piacere… ma attenzione Paola, e tutti, al peso dello zaino (circa il 10% del vostro peso corporeo e massimo 10 kg) i ricambi ognuno li preveda per se. Cominciamo dai piedi a salire :-) 1 Scarponcino da montagna Le ciabatte le mette a disposizione il rifugio 1 paio di calzettoni di lana o calze tecniche 1 Pantalone invernale pesante (da sci o comunque caldo) Per chi volesse usare un pantalone di jeans metta sotto una calzamaglia 1 cintura :-) per i pantaloni 1 maglietta intima di lana o tecnica (NO il cotone si bagna e vi raffredda) 1 Maglia di lana o tecnica o pile 1 Giaccavento o similari 1 Paio di guanti 1 Cappello che copra le orecchie 1 Copricollo Occhiali da sole 1 Zaino in cui mettere i cambi 1 Bottiglietta di acqua minimo ½ litro Lenzuola o sacco a pelo (il rifugio da le coperte) 1 Federa per il cuscino (il cuscino lo da il rifugio) Asciugamani Quanto utile per lavarvi (spazzolino ecc.) 1 Pila meglio se frontale Bastoncini da trecking o da sci per chi vuole camminare più comodi Racchette da neve (Ciaspole) Cioccolato e frutta secca per darvi energia PS Se andate a vedere i post precedenti potete trovare indicazioni in merito Verrà anche chiesto ad ogni partecipante di portare un oggetto, come ad esempio un coltello o dello spago, che messi tutti assieme vi permetteranno di accendere il fuoco rituale con metodo primitivo...
Cri Chimenti
-- 22/12/2017 10:23
Ecco le cose possono essere utili o inutili non le relazioni e di conseguenza non le persone! ... almeno questo è quello che penso io. Questo titolo che a me stride parecchio, può essere spunto di discussione...
Psicodramma Torino Riccardo Barengo
-- 22/12/2017 10:23
Dissento... tutti noi in alcuni casi siamo stati decisamente superflui, inutili e forse anche dannosi... e sob anche in alcune relazioni, rendendo di fatto queste ultime inutili e/o dannose... In ogni caso "Le relazioni utili" vuole essere una provocazione che ci obbliga a riflettere su quanto implicito, e cioè se ci siano relazioni INUTILI... ed anche su quanto alcune relazioni ci siano state utili per crescere... detto questo ti ringrazio Cristiana per aver dato vita a questa discussione sul titolo del gruppo, che cambierà in virtù dei vostri suggerimenti perchè... udite udite... questo è il vostro gruppo e quindi dovrete decidere voi il titolo più adeguato... MA deve essere sulle relazioni :-)

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 22/12/2017 10:13
Tutti hanno vissuto una perdita... tutti hanno sofferto... ma non tutti riescono a essere felici, non tutti possono amare...

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 22/12/2017 10:03

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 15/12/2017 09:50
Indumenti parte alta del corpo... Analizziamo la stratigrafia ottimale per la montagna, ma la cosa importante, qualunque indumento indosserete, è che vi vestiate a strati in modo da poter togliere o mettere vestiti a seconda che abbiate caldo o freddo... INTIMO tecnico direi indispensabile perchè permette l'evaporazione del sudore e vi tiene asciutti (lo trovate a pochi euro da dechatlon) ne basta un pezzo perchè serve solo per la camminata di sabato per arrivare al rifugio (meglio a maniche lunghe), ma se ne avete già più pezzi usateli che vi terranno al caldo. ANTIVENTO o PILE Strato che serve a proteggere dall'aria quando si cammina e si è accaldati, e non si indossano ulteriori strati superiori. PILE o PIUMINO Questo strato intermedio serve a tenervi al caldo, prevalentemente quando saremo fermi, ed un maglione di lana va benissimo GUSCIO Il guscio è un giubbotto che isola dalla pioggia e dal vento ma costa molto caro, quindi chi non ne ha uno può usare una giacca da sci o una comune giacca a vento. Per qualunque domanda scrivete... :-) Riccardo

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 15/12/2017 09:32
Mascotte del gruppo Elektra, la mia bimba, è una femmina di lupo cecoslovacco che ci accompagnerà in ogni momento nello svolgimento del gruppo portando aspetti di natura istintuale e selvaggia ma anche tanta dolcezza... ...chissà, forse la sera sentiremo ululare i lupi... :-)

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 07/12/2017 18:09
BEVANDE Ognuno dovrà avere al seguito una borraccia di acqua da almeno mezzo litro per idratarsi durante la camminata... in inverno è molto importante bere per reintegrare i liquidi persi (quanto in estate). Chi non ha una borraccia può utilizzare una bottiglietta di plastica della minerale. Chi patisce molto il freddo o chi ama coccolarsi può portare anche un thermos con del the caldo tassativamente con MIELE :-) a me piace così :-) Gli alcolici sono sconsigliati durante le camminate ma saranno graditi la sera finiti i lavori :-)

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 06/12/2017 13:51
CONDUTTORI del GRUPPO Per chi non ci conosce ci presentiamo: Piera con il giubbotto rosso, il fiatone ed uno zaino che mi ha fatto vergognare è la psicologa psicoterapeuta Riccardo con il giubbotto rosso, i capelli corti :-) e lo zaino bellissimo sono io, sono conduttore di gruppi e psicodrammatista Beppe col giubbotto nero è stato l'ausiliario professionista lo scorso anno... speriamo riesca a venire anche quest'anno perchè è stato un maschile prezioso Se avete domande siamo disponibili... scrivete...
-- 06/12/2017 13:51
Il mio giubbotto è bellissimo.. 🤣🤣
-- 06/12/2017 13:51
Non lo zaino 🎒

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 06/12/2017 10:38
Questa foto è stata fatta lo scorso hanno durante la camminata verso il rifugio...
Psicodramma Torino Riccardo Barengo
-- 06/12/2017 10:38
Se ingrandite la foto potete vedere l'espressione soddisfatta e per nulla stanca di Paola Cristiana e Marco, che si godono il posto bellissimo :-)

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 06/12/2017 10:34
ZAINO e Borraccia Qualunque zaino che sia comodo e capiente va bene per questa breve camminata. Ci deve ovviamente stare tutto e quindi consiglio per chi deve chiederlo in prestito ad un amico e per chi vuole comperarlo di prendere un 50 litri o piu grande (meglio uno zaino grande mezzo vuoto che piccolo e con oggetti penzolanti legati fuori... vero Cristiana??? :-) Paola ricordati che controlleremo che gli zaini non pesino troppo (anche perchè lo devi portare sulla schiena) quindi lasciate a casa i 20 botticini di smalto che usualmente è necessario avere, e qualunque oggetto superfluo SE PESANTE Assolutamente da evitare gli zaini scolastici tipo invicta degli anni 70 che usavate alle elementari... come ha fatto Piera!!!... perchè vi distruggono la schiena... Siamo a disposizione per eventuali domande :-) PS Se lo zaino ha una tasca esterna dove mettere la borraccia è sicuramente più comodo perchè salendo avremo bisogno di bere spesso per idratarci...

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 05/12/2017 16:03
PANTALONI con GHETTE Domanda "Quali pantaloni vanno bene?" Risposta: Pantaloni da sci o comunque invernali imbottiti e con le ghette, che sono quelle fettucce in nilon al fondo delle gambe che con un elastico si fissano sopra allo scarponcino. Se avete pantaloni normali le ghette le potete procurare a parte (vedi foto) e mettere sopra, servono perchè non entri neve nello scarpone se quest'ultimo dovesse sprofondare nella neve... se venite con le ciaspole le ghette non sono indispensabili (ma se le hai mettile), se venite con i jeans o altri pantaloni da città le ghette sono utili per fare si che il pantalone resti asciutto... A disposizione per eventuali altre domande :-)

Psicodramma Torino Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 05/12/2017 10:56
LE RELAZIONI UTILI Il mio occhio si è fatto pittore e ha fissato la tua bella immagine sul quadro del mio cuore. William Shakespeare Le relazioni utili sarà il filo conduttore del gruppo... ognuno potrà raccontare la sua storia di amori, di incontri e di sogni...

Riccardo Barengo Commento inserito tramite Facebook
-- 04/12/2017 15:26
La grande sfida è diventare tutto ciò che hai la possibilità di diventare. Tu non puoi immaginare cosa fa allo spirito umano il massimizzare il tuo potenziale umano ed estenderlo fino al limite.” Jim Rohn
Rifugio Onelio Amprimo
Rio Secco, Bussoleno, 10053, Italy
Go to the event with
BlaBlaCar
Is this your event? Claim it now

Make sure your information is up to date. Plus use our free tools to find new customers.