I Ronin al Black House Blues

I Ronin al Black House Blues
Image from ilciriaco.it
Tue 10 December 2019
Tuesday 10 December 2019
10:30 PM - 11:30 PM
Ended

Martedì 10 dicembre, al Black House Blues, c’è il secondo appuntamento live della rassegna “SHEEP, music for flocks” nata dalla collaborazione tra il nuovo Black House Blues di Davide Laucella con il Godot Art Bistrot di Luca Caserta; a supporto, con la funzione di factotum, Paolo Spagnuolo (direzione artistica BHB).
La data di nascita dei Ronin si può far risalire al luglio del 1999, quando Bruno Dorella, allora batterista dei Wolfango, sognava di formare un gruppo che unisse il western morriconiano, l’isolazionismo chitarristico e certo folk mediterraneo e balcanico. Una sera di quel luglio stava per suonare in un festival a Pesaro, quando una tempesta arrivò ad impedirne lo svolgimento.
Gli unici a suonare furono dei musicisti ungheresi che si trasferirono sotto il tendone delle birre ed intrattennero tutti suonando musica balcanica in acustico per un paio d’ore. Folgorato dall’esperienza, Dorella decide di far partire il progetto. Ci mette un po’ a trovare i musicisti giusti visto il suo retaggio punkettone, ma nel 2003 vede finalmente la luce il primo EP, semplicemente intitolato Ronin.
Questo EP diventa anche la colonna sonora del mediometraggio “Rocca Petrosa” di Cosimo Terlizzi. Da subito il gruppo inizia un’intensa attività concertistica in Italia e in Europa. Nel 2004 arriva il contratto con Ghost Records, che pubblica il primo album (ancora omonimo). Una canzone dell’album, “I Am Just Like You”, entra nella colonna sonora del film “Tu Devi Essere Il Lupo” di Vittorio Moroni. Il secondo album “Lemming” esce nel 2007 sempre per Ghost ed è disco del mese sulle riviste specializzate Rumore e Blow Up. Alcuni brani di questo album entrano nella colonna sonora del film “Vogliamo Anche le Rose” di Alina Marazzi, di cui i Ronin firmano anche la colonna sonora originale, uscita per Rhino/Warner Music Italia. Altri brani di “Lemming” diventano la colonna sonora del documentario “Via Selmi 72” di Mauro Diciocia e finiscono tra le musiche di fiction e programmi televisivi. Nel 2009 esce il terzo album “L’Ultimo Re”, che ha riscontro a livello europeo e permette al gruppo di affrontare nuovamente i palchi italiani ed esteri.
L’album “Fenice” esce a gennaio 2012 per Santeria in CD e Tannen Records in vinile e anch’esso viene scelto come disco del mese da Blow Up.
La formazione, che ha subito vari cambiamenti, oltre a Bruno Dorella alla chitarra (conosciuto anche come batterista di OvO Bachi Da Pietra), comprende Chet Martino al basso (anche nei Quasiviri), Nicola Ratti alla chitarra, attivo come sound artist in solo, oltre che in duo con Faravelliratti e Bellows, e infine il nuovo ingresso Paolo Mongardi (ZEUS!, Jennifer Gentle, Il Genio).

3061 Views - 11/12/2019 Last update
music blues
via annarumma
black house blues, avellino
Event from
ilciriaco.it

Are you an event organizer?
Create events for free. They will be immediately recommended to interested users.
Create event

Nearby hotels and apartments

black house blues, avellino

Browse other venues in Avellino
Discover now


Discover more events in Avellino
Discover now


via annarumma
black house blues, avellino
Event from
ilciriaco.it


Are you an event organizer?
Create events for free. They will be immediately recommended to interested users.
Create event
  1. Avellino
  2. I Ronin al Black House Blues
 
 
 
 
Your changes have been saved.